Come Piantare Pali di Sostegno per le Piante

28 Giugno 2020 0 di admin

Quella di piantare i pali sembrerebbe a prima vista un’operazione molto facile da eseguire ma in realtà se vogliamo che la nostra recinzione duri nel tempo, bisogna attenersi ad alcune regole. Anche quando i pali servono per sostenere viti od arbusti.

Per prima cosa devi assolutamente scortecciare i pali che hai a disposizione. Per dettagli è anche possibile vedere questa guida su Coltivazione.net. Se non hai lo strumento adatto, che si chiama pialletto, altro non è che una lama di acciaio, puoi scortecciarlo ugualmente con una lama qualsiasi o un’accetta, l’importante, è che tu incida la corteccia nel senso della lunghezza ed infili la lama. Ora non ti resta che alzare la corteccia.

Fatto questo, devi tagliare i pali secondo la lunghezza che desideri che abbiano, ma soprattutto, prima di piantarli, devi renderli immarcescibili, cioè praticamente devi fare in modo che non marciscano mai, altrimenti il lavoro è tutto inutile. Per renderli cosi, devi immergerli per quattro-cinque giorni in una soluzione di solfato di rame al 5 per cento.

Fai attenzione alla soluzione in quanto il solfato di rame è velenoso. Infine, prima di immergerli, i pali devono essere appuntiti dalla parte piu’ grossa. Invece, a parità di grossezza, il palo va piantato con la parte, che corrisponde alle radici, con la punta rivolta verso l’alto. In questo modo i tubi capillari hanno difficoltà ad assorbire l’umidità che è la causa principale di deterioramento del legno.